L'arte di prendersi cura dell'altro..ad ogni età, di ogni età

rollup tivedocrescere

Si è tenuto ieri sera, mercoledì 22 aprile 2015, presso l'auditorium "Santa Maria Maddalena", l'evento patrocinato dal Comune di Isola della Scala e promosso dall'Associazione Culturale Ti Vedo Crescere e da A.S.P. (Assistenza Sanitaria Privata).

Scopo dell'evento riflettere sui significati del "prendersi cura dell'altro", delle relazioni che scaturiscono all'interno di una relazione di cura e conoscere i benefici della domiciliarità: la cura del

paziente a casa. Le relatrici, la Dott.ssa Pedagogista Stefania Merzi (presidente dell'Associazione Culturale Ti Vedo Crescere) e la Dott.ssa Roberta Lovato (responsabile infermieristico di A.S.P.), si sono alternate nella serata parlando del significato e della naturalità della cura dell'altro, naturalità che rischia talvolta di far pensare alla cura come un atto tanto dovuto quanto non riconosciuto, dove i protagonisti non sono guardati nei loro diritti; del contesto storico-economico-culturale di grande cambiamento che pone il nostro Paese difronte a difficoltà che rischiano di compromettere il sistema attuale di welfare e di salute; delle relazioni che scaturiscono all'interno delle relazioni di cura, del sentirsi risorsa "sfruttata o apprezzata" da parte di chi assiste, ma anche del riconoscimento dei diritti del paziente; del diritto alla domiciliarità, l'essere curato nella propria casa che è di per se stessa "terapia", perché luogo di benessere, degli affetti, di legami anche materiali; dell'importanza della condivisione delle responsabilità, del creare rete, a partire dalle famiglie che dovrebbero essere affiancate nelle scelte, sostenute nelle possibilità.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità parla di "salute come equilibrio di relazioni fisiche, psichiche e sociali della persona con se stessa e con l'ambiente che la circonda", confermando l'importanza della componente habitat per la costruzione della salute. La serata si è conclusa con il proposito di trasformare in azioni concrete quello che ancora è solo un pensiero: la cura a casa crea benessere.